I vantaggi del latte vegetale

Latte vegetale.

Il latte di origine vegetale ha iniziato a diventare popolare per le persone che soffrono di intolleranza al lattosio, che hanno difficoltà a digerirlo o che seguono un’alimentazione vegana, ma naturalmente può essere bevuto da chiunque in quanto il latte vegetale è un alimento nutriente, a basso contenuto di calorie e facile da digerire.

Le bevande lattee che si realizzano con semi di piante sono un’alternativa nutrizionale al tradizionale latte di origine animale, forniscono importanti sostanze nutritive, hanno un buon sapore e se ne fanno gli stessi usi del comune latte di mucca. Il latte vegetale è una valida alternativa per quelle persone che magari soffrono di qualche intolleranza, hanno difficoltà di digestione ma non vogliono rinunciare ai benefici del latte.

Il latte di origine vegetale è privo di lattosio, per questo può essere bevuto tranquillamente da quelle persone che presentano delle intolleranze a questo zucchero del latte animale, senza quindi dare origine a dolori addominali, gonfiore e altri problemi nelle persone che lo utilizzano. È un’alternativa anche per le persone allergiche alle proteine del latte vaccino; inoltre i suoi componenti sono facilmente assimilabili anche dalle persone che hanno difficoltà a digerire il latte ed i prodotti caseari.

Vari studi hanno dimostrato che la lattasi, un enzima prodotto nelle fasi iniziali della vita che serve per digerire correttamente il latte di origine animale, riduce la sua produzione nel corso degli anni, originando l’intolleranza al lattosio ed i problemi di digestione durante l’adolescenza, l’età adulta e la vecchiaia.

Il latte vegetale contiene meno grassi, ma il grande vantaggio di questi prodotti naturali di origine vegetale è nella qualità: mentre il latte di mucca contiene molti grassi saturi, quello vegetale contiene solo una minima parte di questi lipidi dannosi; la maggior parte dei suoi grassi invece sono polinsaturi e positivi per la salute cardiovascolare.