Spedizione greca nelle profondità del Mar Egeo

Spedizione subacquea nel Mar Egeo.

Un nuovo scafandro realizzato in Canada permetterà ad un team di archeologi di fare immersioni subacquee fino a 150m di profondità nel Mar Egeo, alla ricerca di nuovi reperti su una delle rotte più percorse dell’antichità. Questo scafandro permetterà di restare in profondità per più tempo e, secondo Theotokis Theodoulou, archeologo della spedizione che durerà un mese, è uno strumento che amplia le loro capacità.

Il gruppo di studiosi raggiungerà Anticitera, l’isola greca dove oltre un secolo fa è stata rinvenuta la cosiddetta “Macchina di Anticitera”, il più antico calcolatore del mondo, un dispositivo del II secolo a.C. che serviva a calcolare i cicli del sistema solare, con le fasi lunari, gli equinozi, il sorgere del sole, i movimenti dei cinque pianeti conosciuti a quel tempo, etc. La Macchina di Anticitera. Questa fantastica scoperta avvenne nel 1900 da parte di alcuni pescatori di spugne, tra i reperti di un antico relitto che trasportava anche statue in marmo e in bronzo. Questo meccanismo attualmente si trova nel Museo Archeologico Nazionale di Atene, insieme ad una ricostruzione odierna perfettamente funzionante.

Secondo l’organizzazione greca che si occupa delle antichità sottomarine, ci sono diverse indicazioni che vi possano essere altri reperti. Dovrebbe trattarsi di un’imbarcazione che trasportava immense ricchezze dall’Asia Minore, perciò ci sarebbero ancora decine di oggetti da recuperare. Gli esperti che prenderanno parte alla spedizione subacquea nel mare greco sperano di confermare anche la presenza di una seconda imbarcazione, a poche centinaia di metri dal punto in cui venne scoperta la prima. Il gruppo di archeologi ed esperti sarà abbastanza numeroso, tra 35 e 50 persone, tra cui anche un archeologo marino del Woods Hole Oceanographic Institution degli Stati Uniti che assisterà la squadra greca, convinto di poter trovare molte statue monumentali che nella prima lontana spedizione vennero scambiate per delle rocce.