Lo sbiancamento professionale può essere eseguito solo da un professionista qualificato dei denti: il medico dentista. Una consulenza medica professionale per lo sbiancamento dentale può essere esterna o interna. Mentre nella procedura esterna si applica un gel sulla superficie dei denti, in quella interna il prodotto viene inserito nel dente. Lo sbiancamento esterno è più comune, in quanto quello interno può essere fatto solo se in precedenza c’è stato un trattamento odontoiatrico, che permette l’accesso alla parte interna del dente.

Se cercate informazioni o parlate con uno specialista su questo argomento, è possibile sentire o vedere nomi diversi per questi tipi di sbiancamento. Lo sbiancamento esterno è conosciuto anche come sbiancamento vitale, quello interno invece come trattamento non vitale.

Sbiancamento dentale professionale.

Diverse problematiche possono influenzare l’esito dello sbiancamento dentale. Per esempio, le carie devono essere trattate prima di sbiancare i denti. Questo perchè il processo di sbiancamento può passare attraverso parti cariate e raggiungere le parti interne del dente, portando ad un peggioramento della situazione. Se le tue gengive si sono ritirate, le radici esposte dei denti possono apparire più gialle o scolorite e in questo caso i prodotti sbiancanti non avranno un effetto positivo.

Se soffri di qualcuno di questi o altri problemi dentali e della bocca, il prodotto sbiancante può rendere i denti più sensibili. Consultare un dentista sarà più che mai necessario.

Il dentista esaminerà con attenzione la dentatura e cercherà di scoprire le cause dell’ingiallimento o dello scolorimento dei denti. Effettuerà una pulizia dentale approfondita, rimuovendo batteri e altre sostanze che si sono accumulate e contribuiscono alla decolorazione, solo in seguito procederà allo sbiancamento.

Sbiancamento professionale esterno

Nello sbiancamento esterno, il dentista farà uno stampo o una mascherina in gomma che si adatti perfettamente alla tua dentatura. È necessario proteggere le gengive con una protezione in gomma prima dell’applicazione del gel sbiancante. Ricorda che questa procedura sarà più efficace di qualunque trattamento fatto per conto proprio, con un prodotto casalingo.

Se lo ritiene necessario, il dentista potrebbe fornirti un tubetto di gel sbiancante e le istruzioni per continuare il procedimento in casa. Potrebbe essere necessario applicare il gel più volte e per un certo periodo di tempo, questo dipende dalle indicazioni del dentista e dal prodotto utilizzato. Un applicazione può variare dai trenta minuti ad un’intera notte. I risultati saranno visibili già dopo una o due settimane, ma il dentista potrebbe voler eseguire l’intero trattamento nel suo studio, per cui saranno necessarie più sedute.

Il dentista può offrire anche servizi di sbiancamento diversi, come quello al laser. Il laser si usa per accelerare il processo di sbiancamento, reagendo con il prodotto precedentemente applicato ai denti. Questa procedura particolare però ha causato diverse polemiche, in quanto ancora non ci sono prove scientifiche che ne dimostrino l’efficacia. Bisogna tener presenti anche gli effetti collaterali a lungo termine, che possono essere dannosi per i denti.

Sbiancamento dei denti professionale esterno.

Sbiancamento professionale interno

Come già detto, si può fare uno sbiancamento dentale interno solo se in precedenza è stata fatta una terapia canalare. Ciò significa che vasi sanguigni e nervi all’interno dei denti sono sostituiti con un’otturazione di gomma o di un’altra sostanza.

Se avete intenzione di fare uno sbiancamento dentale interno, il dentista dovrà introdurre il prodotto sbiancante attraverso un buco nel dente. Normalmente, tenterà di usare quello fatto per la terapia precedente, anche se è probabile che debba essere allargato un po’. Al termine di questa prima fase, il dentista sigillerà il foro con un prodotto temporaneo, lasciando lo sbiancante all’interno del dente. Circa una settimana dopo, dovrete tornare nel suo studio per rimuovere il prodotto dalla dentatura e sigillare in modo permanente il foro.