Le proprietà della salvia

Salvia.

Le proprietà battericide della salvia sono note fin dall’antichità, quando era utilizzata come antibiotico naturale, ma questo non è l’unico beneficio che questa pianta ci può fornire se la aggiungiamo come condimento ai nostri piatti.

Per le donne che soffrono di sindrome premestruale, la salvia può aiutare a ridurre al minimo i sintomi che la accompagnano, come il mal di testa, il gonfiore e l’irritabilità. Il suo consumo è consigliato anche per i disturbi derivanti dalla menopausa, in quanto il suo contenuto di estrogeni allevia i disagi che l’accompagnano, soprattutto le vampate di calore, le vertigini, la nausea, per cui si consiglia di bere un infuso di salvia.

La salvia è molto utile anche in caso di nervosismo, insonnia transitoria o periodi di ansia, perchè bevuta in infuso ha un effetto rilassante; in caso di insonnia, naturalmente, è consigliabile bere l’infuso prima di andare a dormire. L’assunzione della salvia aiuta anche le persone che soffrono di diabete a ridurre il livello di zuccheri nel sangue; diversi studi hanno confermato anche che alcune delle sostanze che contiene possono aiutare a migliorare la memoria, in quanto sono simili ad alcuni farmaci usati nel trattamento di casi di Alzheimer.

Un altro dei benefici della salvia è che aiuta a calmare dolori di natura gastrica e intestinale, come la gastrite, i crampi e le coliche allo stomaco, la diarrea o l’ernia iatale. Le sue proprietà garantiscono anche un effetto stimolante sull’organismo, per cui il consumo di salvia si consiglia anche a persone che devono recuperare la forma dopo alcune malattie, nei casi di affaticamento, stanchezza e anche a chi ha bisogno di stimolare la circolazione sanguigna. Analogamente, è utile anche per trattare gengive deboli o sanguinanti e prevenire l’alitosi: basta masticare alcune foglie per ottenere ottimi risultati.