Il 61,5% del traffico web è prodotto dai bot

Infografica traffico bot sul web 61,5%, studio Incapsula.

Incapsula, una società specializzata nell’offerta di servizi cloud, ha condotto uno studio secondo il quale il 61,5% di tutto il traffico web è prodotto dai bot, superando il traffico generato dagli esseri umani.

Rispetto al precedente report del 2012, c’è stata una crescita del 21% del traffico totale dei bot. La maggior parte di questa crescita è attribuita a bot che possiamo definire buoni, dalle buone intenzioni, come ad esempio quelli dei motori di ricerca, la cui presenza è cresciuta dal 20% al 31% nel 2013. Analizzato i dati relativi agli user-agent, forniscono due spiegazioni plausibili sui motivi di questa crescita: nuovi servizi online hanno introdotto nuovi bot nella generazione del traffico, come ad esempio le visite generate dai crawler di servizi SEO; il secondo motivo riguarda l’incremento delle attività dei bot già esistenti, che sembrano avere frequenze di campionamento maggiori, visite più brevi ma effettuate più spesso, che si traducono in un traffico bot supplementare.

La percentuale relativa ai bot maligni invece è rimasta invariata, con una notevole riduzione dell’attività di spambot, che dal 2% del 2012 è scesa allo 0,5% nel 2013. La motivazione più probabile per questa netta diminuzione è da cercare nell’attività anti-spam condotta soprattutto da Google, in particolare nei recenti update di Penguin 2.0 e 2.1. Sembra che Google sia riuscita a scoraggiare le pratiche di link spamming automatico, aumentando anche la percezione del rischio di praticare spam nei commenti in chi si dedica al linkbulding in ambito SEO.