Dopo tante ricerche abbiamo trovato un metodo infallibile dove non c’è bisogno di contare con attenzione ogni caloria che mangiamo, mentre ci liberiamo dei centimetri di troppo.

Si tratta di una dieta con una base razionale, ma che tuttavia manca di riscontro scientifico perciò dobbiamo fare attenzione. Non vi è alcuna necessità di portare le cose agli estremi, che sono sempre dannosi, così possiamo provare come funziona la dieta dissociata e quali sono i requisiti indispensabili per seguirla.

La migliore dieta dissociata.

Cos’è e quali sono le tabelle della dieta dissociata

Molto semplicemente, si tratta del piacere di mangiare e perdere peso insieme. Quando qualcosa si unisce però, qualcos’altro inevitabilmente si separa. Nella dieta dissociata dobbiamo fare attenzione agli alimenti che mangiamo, perchè dobbiamo classificarli per categorie e mangiare ogni volta solo quelli che appartengono alla stessa classe.

Per evitare qualsiasi tipo di sbaglio o di fraintendimento, sono state preparate delle tabelle di alimenti della dieta dissociata, che specificano quali possiamo mangiare e a quale categoria appartengono per non mischiarli con altri.

Come si vede nella tabella sottostante, ci sono 5 grandi gruppi di alimenti e all’interno di ognuno ci sono i cibi adatti a realizzare questa dieta.

☑ Carboidrati: pasta, riso, farina, mais, legumi, ceci, lenticchie, fagioli, soia.

☑ Frutta: in questo gruppo ci sono arance, mandarini, limoni, kiwi, fragole, uva, banane, mele, ananas, anguria, more.

☑ Grassi: Olio d’oliva, olio di girasole, cioccolato, nocciole, datteri, uva passa.

☑ Proteine: Carne, pesce, frutti di mare, latticini, formaggi e uova.

☑ Verdure: lattuga, zucchine, spinaci, cavolfiori, peperoni, carote, cipolle, cetrioli, bietole, sedano, asparagi.

Come regola basilare della dieta dissociata è severamente vietato mischiare gruppi diversi di alimenti nello stesso pasto. Perciò staremo sempre attenti a non mangiare insieme:

  • proteine con carboidrati
  • proteine con grassi
  • tipi diversi di carboidrati
  • tipi diversi di frutta, come nel caso di quella acida come l’arancia con quella dolce come l’uva.

Oltre a queste quattro indicazioni, bisogna attenersi ad altri requisiti che si riferiscono ai cinque gruppi di alimenti.

  • Mangiare frutta solo a colazione e metà mattina.
  • Alcuni grassi come la frutta secca la possiamo mangiare a metà mattina o a merenda nel pomeriggio, ovviamente non insieme alla frutta.
  • Mangiare carboidrati solo a metà mattina o per pranzo, mai per cena.
  • Le proteine vanno mangiate sempre per cena.

Ok, ora sappiamo cosa possiamo mangiare e quando. Vediamo un menu per la dieta dissociata?





Menu della dieta dissociata

Prima di tutto ricorda questa direttiva da seguire alla lettera: devi fare 5 pasti al giorno. Non pensare che mangiando più volte ingrasserai. Al contrario, ogni volta che mangiamo del cibo mettiamo in moto il nostro organismo e digerendo bruciamo calorie, quindi aiuta anche a dimagrire.

Chiarito questo concetto, vediamo i cinque pasti che propone il menu della dieta dissociata per ottenere risultati soddisfacenti.

☑ Colazione: caffè o tè con dolcificante e due fette di pane (o carboidrati equivalenti).

☑ Spuntino: frutta secca.

☑ Pranzo: tra le alternative possiamo scegliere fra un piatto di pasta, magari con verdure, oppure un’insalata con lattuga, carote, cipolla, etc.

☑ Merenda: frutta.

☑ Cena: possiamo mangiare due piatti, una zuppa o un purè di verdure ed un secondo piatto a scelta fra carne, pesce o uova. Evitiamo le fritture e preferiamo i piatti cucinati al forno o bolliti.

Come dimagrire velocemente e in modo sano.

Come si può vedere non si tratta di una dieta di sacrifici, perchè si può mangiare quasi tutto. Naturalmente, per quanto riguarda le bevande sono proibite quelle gassate e quelle alcoliche. Un altro aspetto positivo è che puoi mangiare quanto vuoi, in termini di quantità per ogni pasto, senza esagerare comunque.

Non ci sono quantità precise in grammi di carboidrati, proteine, frutta, verdura o grassi da mangiare ogni giorno, ma con il buonsenso si evitano disturbi nutrizionali. Non è consigliabile però seguire questa dieta dissociata, ma anche altre diete, senza la supervisione di un medico per un periodo troppo lungo. Se la facciamo bene, insieme alla pratica di esercizio fisico moderato come passeggiate a buon ritmo, possono bastare anche sette giorni per perdere quei 3-4 kg di troppo.

Altre diete che ti consigliamo di conoscere: