Cure di base per la pelle

Cura della pelle.

La pulizia del viso almeno due volte al giorno aiuta a rimuovere i residui di inquinamento ambientale che si depositano sulla nostra pelle e che le sottraggono luminosità e vigore; una corretta pulizia del viso è necessaria anche per purificare la pelle dai microrganismi che possono infettarla e dai residui di cosmetici, dalle cellule morte e dalle secrezioni che impediscono una corretta ossigenazione.

L’inquinamento ed i residui di cosmetici si attaccano alla pelle e creano una pellicola di sporco che oltre a bloccare i pori, favorisce la comparsa di brufoli e punti neri, la disidrata e le toglie vitalità. Alcuni agenti inquinanti presenti nell’ambiente hanno un’azione ossidante e favoriscono l’invecchiamento cutaneo, in persone sensibili possono causare dermatiti allergiche o gravi irritazioni della pelle.

Per tutti questi motivi si consiglia di pulire la pelle due volte al giorno, sempre utilizzando un detergente delicato, meglio senza sapone o che contengono tensioattivi anfoteri o non ionici che rispettano la struttura della pelle, con un pH compreso tra 5 e 5,5. Nelle zone in cui l’acqua è dura, o in casi di pelle sensibile e disidratata, si consiglia l’uso di soluzioni micellari che non devono essere rimosse con l’acqua.

I professionisti consigliano anche di utilizzare un tonico tra la pulizia e l’applicazione di prodotti, che non dovrebbe contenere alcol per evitare la secchezza della cute. Per le pelli grasse o resistenti è consigliabile eseguire una delicata esfoliazione con una certa frequenza, per rimuovere le cellule morte che si depositano nella pelle ed impediscono l’ossigenazione delle cellule più giovani.

Dopo la pulizia è necessario idratare la pelle. Soprattutto durante l’inverno è molto importante l’uso di creme idratanti e nel caso la pelle sia molto secca, ripetere l’applicazione anche due o tre volte al giorno. Il freddo provoca vasocostrizione dei capillari che nutrono la pelle, causandone la disidratazione, che rallenta il ricambio cellulare: come conseguenza di questo processo, lo strato formato da cellule morte impedisce che la secrezione delle ghiandole sebacee raggiunga con facilità la superficie, per lubrificare e nutrire l’epidermide.

Leggi anche: prevenire e cura la pelle secca.

La disidratazione porta una perdita di elasticità della pelle, che favorisce la comparsa di rughe. La mancanza di idratazione può anche causare degli arrossamenti, soprattutto sulle guance, a causa dei capillari che non si adattano bene agli sbalzi di temperatura.