Costa Concordia lascia l’Isola del Giglio, direzione Genova

Il viaggio finale della Costa Concordia.

La nave da crociera Costa Concordia, il cui tristemente famoso naufragio nel gennaio del 2012 causò la morte di 32 persone, ha iniziato il suo viaggio verso Genova dove sarà demolita, lasciando le acque dell’Isola del Giglio in cui si trovava dal momento dell’incidente. Sergio Girotto, uno degli ingegneri che si stanno occupando delle operazioni di trasporto, ha dichiarato che “la nave si sta muovendo ad una velocità di circa 2 nodi”.

Due anni e mezzo dopo essere naufragata al largo dell’isola toscana, l’enorme nave da crociera che poteva ospitare oltre 4mila passeggeri, naviga per il suo ultimo viaggio con la prua in direzione nord, verso il porto di Genova. Gli abitanti dell’isola, circa 1500 persone, insieme a tanti turisti, hanno festeggiato l’avvenimento con applausi, canti e sirene, mentre le campane delle chiese suonavano per ricordare le vittime del naufragio, nella commozione generale. La grande nave da crociera si muove con l’ausilio di trenta cassoni che fungono da galleggianti, mentre due potenti rimorchiatori d’altura trainano le sue 112mila tonnellate verso Genova, che si trova a circa 280 miglia a nord.

L’arrivo nel porto di Genova, dove sarà completamente smantellata, è previsto per la giornata di sabato, mentre altre dodici imbarcazioni affiancano la Costa Concordia e seguono tutte le operazioni. Nick Sloane, il responsabile di questa gigantesca impresa destinata ad entrare nella storia navale, ha dichiarato: “Tutto si sta svolgendo come previsto. È un grande giorno per l’Isola del Giglio. Ma festeggeremo solo quando arriveremo a Genova”. Secondo la rotta pianificata, la nave passerà a poche decine di chilometri da Capraia, dalla Corsica e dall’Isola d’Elba. Questo percorso preoccupa un po’ gli abitanti dell’isola francese della Corsica, che temono la fuoriuscita di liquidi tossici e di carburanti, ancora presenti nei serbatoi della nave.