Cosa sono i Bitcoin e come funzionano

La criptomoneta digitale Bitcoin.

Il mondo della finanza è sempre stato complicato da comprendere per chi non è esperto di economia e adesso il denaro digitale rende le cose ancora più confuse. Avete sicuramente sentito parlare di Bitcoin, una moneta digitale diventata popolare nel 2013, quando il suo valore per ogni unità è passato da circa 10$ a 1200$ in pochissimo tempo. Attualmente i Bitcoin hanno raggiunto notevole importanza e sono usati come metodo di pagamento per ogni genere di bene e servizio su Internet, anche per attività illegali nel Deep Web.

Cosa sono i Bitcoin

I Bitcoin sono la prima, più importante e conosciuta valuta digitale, per qualcuno la forma più autentica di denaro di Internet. Si tratta di una criptomoneta o criptovaluta perchè basata sul protocollo di crittografia, che rende il trasferimento di denaro anonimo tra una persona e l’altra. L’intero processo è supportato da una rete p2p, allo stesso modo dei file condivisi su torrent. Il Bitcoin è stato creato da Satoshi Nakamoto, di cui non si conosce la reale identità, che potrebbe nascondere anche un gruppo di più persone, dietro il suo protocollo ed il software per utilizzarli. Ci sono state molte speculazioni su chi sia e sulla quantità di Bitcoin in suo possesso, che secondo qualcuno superano il miliardo di dollari di valore.

Come funzionano i Bitcoin

I Bitcoin sono generati usando un programma open source che risolve problemi matematici complessi in un processo denominato “mining”. Ogni Bitcoin ha un indirizzo pubblico ed una chiave privata, una lunga stringa di numeri e lettere che ne danno una specifica identità. Oltre ad avere un’impronta digitale unica, i Bitcoin hanno un’altra caratteristica importante che consiste nella posizione che occupano in un libro mastro pubblico chiamato “block chain”, dove sono annotate tutte le transazioni. Ogni volta che qualcuno compra un Bitcoin, avrà anche un posto nel blockchain, che sarà registrato pubblicamente e in modo permanente.

Il blockchain è gestito da una rete di computer distribuiti in tutto il mondo, perciò questa moneta è decentrata e nessun governo o istituzione finanziaria può controllarla. Questo è uno dei più grandi vantaggi del denaro digitale, che lo rende internazionale e anonimo. Alla stessa maniera anche le transazioni sono condotte tra persona e persona, senza intermediari come le banche. Per questo, in qualche modo, si cerca di osteggiare i Bitcoin: chiunque nel mondo può acquistarli e inviare denaro senza pagare commissioni, compilare documenti burocratici e aspettare dei giorni affinchè l’operazione si concluda. Per comprendere meglio la sua praticità si può fare un’analogia con la corrispondenza cartacea tradizionale e le email: ecco, le differenze tra le valute “normali” e quelle digitali sono le stesse.

Cosa posso comprare con i Bitcoin

Negli ultimi mesi sempre più aziende hanno deciso di accettare i Bitcoin. Per esempio è possibile usare i Bitcoin per fare donazioni a Greenpeace, a Wikimedia o a Mozilla Foundation, ma anche per pagare acquisti su eBay o con Paypal, per comprare un computer Dell o acquistare crediti Zynga per giocare su Facebook. In futuro, possiamo scommetterci, saranno sempre più comuni le transazioni di Bitcoin per ogni genere di acquisto.