Caffè verde per dimagrire: funziona davvero?

Riuscire a perdere peso è complicato ed è per questo che molte persone cercano una strada più facile usando gli integratori. L’estratto di caffè verde è uno di questi ed ora anche tra i più popolari nel mondo. Come si intuisce dal nome, viene estratto dai chicchi di caffè verde e contiene una sostanza chiamata acido clorogenico, ritenuto responsabile degli effetti sulla perdita di peso.

La verità è che la maggior parte degli integratori per perdere peso non funziona mai come promesso. Vediamo meglio come funziona l’estratto di caffè verde e cosa ne pensa la scienza.

Che sono i chicchi di caffè verde e come funzionano?

I chicchi di caffè verde sono semplicemente dei normali chicchi di caffè non tostati. Il verde è il colore naturale del caffè, che solitamente si tosta prima di essere venduto sul mercato e con questo processo prende il suo colore scuro che conosciamo tutti.

I chicchi di caffè sono pieni di antiossidanti e componenti attivi, tra i quali i più importanti sono la caffeina e l’acido clorogenico. Quest’ultimo è il principale ingrediente attivo e la sostanza che dovrebbe rendere efficace la perdita di peso. Putroppo la maggior parte di questa sostanza organica si perde quando i chicchi vengono tostati, per questo i normali chicchi di caffè non hanno gli stessi effetti.

I chicchi ancora verdi del caffè contengono una certa quantità di caffeina, ed è risaputo attraverso vari studi che la caffeina può accelerare il metabolismo tra il 3 e l’11%. Altri studi condotti sulle persone suggeriscono che l’acido clorogenico possa ridurre l’assorbimento di carboidrati nel tratto digestivo, abbassando così il livello di zucchero nel sangue e i picchi di insulina.

Consumare estratto di caffè verde è quindi quasi come fare una dieta a basso contenuto di carboidrati.

Altri studi, però non condotti sugli umani ma sugli animali, hanno dimostrato che l’acido clorogenico può ridurre il peso corporeo, i grassi alimentari assorbiti e quelli immagazzinati nel fegato, oltre a migliorare le funzioni dell’ormone brucia-grassi adiponectina.

Altri benefici ed effetti collaterali del caffè verde

Il caffè verde può influenzare positivamente il modo in cui l’organismo assorbe e utilizza i carboidrati. Come ipotizzato negli studi sugli animali, l’acido clorogenico sembra ridurre l’assorbimento del glucosio. Questo effetto potrebbe svolgere un ruolo protettivo nella gestione del diabete e spiegherebbe gli effetti sul peso.

In base alla quantità limitata di dati disponibili, per ora, il caffè verde sembra essere abbastanza sicuro. Ci sono stai alcuni partecipanti agli studi che li hanno abbandonati a causa di mal di testa e infezioni urinarie, ma si tratta di numeri troppo piccoli per parlare di effetti collaterali quando potrebbero essere solo coincidenze.

Ovviamente il caffè verde, come quello tostato, contiene caffeina ed i suoi diversi effetti collaterali sono abbastanza noti se consumata in grandi quantità: per esempio ansia, tremori, tachicardia. Se siete sensibili alla caffeina o avete intolleranze e allergie al caffè, meglio evitare anche il caffè verde.

La sicurezza del caffè verde per le donne incinte o in allattamento non è ancora stata dimostrata, mentre dovrebbe naturalmente essere evitato dai bambini. Al momento non ci sono studi che possano indicare qual è la quantità ottimale di estratto di caffè verde, a seconda della concentrazione di acido clorogenico nell’integratore la dose può variare di diversi milligrammi.

Si consiglia sempre di seguire le istruzioni che accompagnano il prodotto.

Esistono studi in proposito sugli uomini?

I risultati di uno studio clinico su 12 volontari sani con differenti caffè contenenti glucosio, ha mostrato che il caffè solubile arricchito con acido clorogenico ha indotto una riduzione dell’assorbimento di glucosio del 6,9%. Nessun effetto simile si è visto sul normale caffè istantaneo solubile o quello decaffeinato.

In un secondo studio comparativo di 12 settimane si è studiato l’effetto sulla massa corporea di 30 persone sovrappeso, confrontato con il normale caffè solubile. La perdita media di massa nei gruppi che consumavano il caffè con acido clorogenico e quello regolare è stata rispettivamente di 5,4Kg e 1,7Kg. I ricercatori hanno concluso che il caffè solubile arricchito con acido clorogenico sembra avere un effetto significativo sull’assorbimento e l’utilizzo del glucosio dell’alimentazione. Questo effetto, se il caffè è usato per un tempo prolungato, può ridurre la massa corporea e il grasso corporeo rispetto al regolare caffè.

· https://goo.gl/jowGyp

Altri studi, come quello del Dipartimento di Chimica dell’Università di Scranton negli USA, hanno riportato una significativa perdita di peso nelle persone che hanno consumato estratto di caffè verde. Però è importante notare che alcuni di questi studi sono stati sponsorizzati dalle imprese che guadagnano proprio dalla vendita dell’estratto.

· https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22291473

Questo non vuol dire che non siano validi, ma si sa che la fonte di finanziamento di uno studio può avere effetti significativi sui suoi risultati. Personalmente ritengo sia sempre una buona idea essere scettici sulle ricerche finanziate direttamente dalle industrie.

Dove comprare il caffè verde?

Il caffè verde non è un prodotto facile da trovare ed i prezzi possono essere molto diversi tra i vari venditori. In genere si possono acquistare tisane, capsule e integratori nei negozi di alimenti biologici, in quelli di alimenti naturali e nelle erboristerie.

Una buona opzione è quella di acquistare prodotti al caffè verde al prezzo più conveniente tramite Internet, dal portale che garantisce maggiore sicurezza, velocità e convenienza economica per gli acquirenti, Amazon.
Link a tutti i prodotti di Caffè Verde su Amazon (capsule, integratori, compresse, grani, bruciagrassi, etc.)