L’alimentazione in menopausa

Donna in menopausa.

La menopausa è una fase della vita della donna caratterizzata da cambiamenti fisici ed emotivi causati dal progressivo calo della produzione ormonale di estrogeni.

Sono frequenti le vampate di calore, gli sbalzi di umore, l’irritabilità, la progressiva perdita di massa ossea e l’alterazione dell’appetito. Vi è in generale una maggiore tendenza ad aumentare di peso che porta molte donne a fare diete rigide, inadeguate e per niente consigliate. Questo, insieme ad un ritmo più lento di perdita di peso, può causare reali problemi di malnutrizione che si ripercuotono sullo stato di salute a breve e lungo termine. Un’alimentazione sana ed equilibrata è fondamentale in questa fase e contribuisce a garantire un ottimo stato di salute e prevenire o attenuare molti dei disagi più comuni della menopausa.

È importante che la donna in menopausa segua una dieta pianificata in maniera individuale tenendo conto delle sue esigenze nutrizionali, dei gusti e delle preferenze, facile da realizzare e non monotona. Gli esperti raccomandano di mangiare più pesce che carne e soprattutto latticini oltre alle proteine, che forniscono calcio e vitamine. Si dovrebbero consumare preferibilmente carboidrati complessi che vengono assorbiti lentamente, contenuti nel pane integrale, nei legumi, nelle patate e nella pasta.

È consigliabile ridurre al minimo l’assunzione di grassi saturi presenti in particolar modo nei prodotti confezionati e già pronti, mentre invece bisognerebbe consumare oli vegetali e frutta secca che sono ricchi di acidi grassi essenziali; utilizzare l’olio d’oliva in insalate e per la preparazione dei pasti per i suoi benefici nutrizionali ed il suo effetto positivo sulla salute.

Numerosi studi hanno dimostrato che ci sono alcuni alimenti come i semi di soia, ricchi di fitoestrogeni o estrogeni vegetali che attenuano la perdita di estrogeni propri della donna, alleviando molti dei sintomi della menopausa e che in alcuni casi possono proteggere dal cancro al seno.