Alcuni consigli per non ingrassare a Natale

Cibo natalizio.

La magia del Natale è qualcosa che ci piace particolarmente vivere, con quell’atmosfera speciale che danno le decorazioni in casa e per le strade, l’acquisto dei regali, i vestiti della festa e soprattutto le tante cose da mangiare, in particolare i dolci natalizi, con la paura di salire di nuovo sulla bilancia e scoprire un’amara sorpresa. Non è facile controllare la nostra dieta in queste settimane di pranzi e cene con i familiari e gli amici, tra piatti elaborati e dolci deliziosi a cui è difficile rinunciare. Ecco alcuni consigli per evitare i chili di troppo da portarci dietro nel nuovo anno che sta per arrivare.

  • Cercate di controllare la vostra dieta per perdere qualche chilo prima dell’inizio delle feste, così anche se ne prenderemo qualcuno in seguito il nostro peso rimarrà pressocchè uguale.
  • È importante imparare a dire “basta” quando non si ha più voglia di mangiare, senza sentirsi a disagio per le troppe calorie che si possono assumere. Bisogna non farsi prendere per la gola, assaggiando una porzione moderata da ogni piatto delizioso senza abusarne.
  • Compensa i piatti pesanti delle giornate di festa con altri più leggeri nel resto delle occasioni. Dopo il grande pranzo di Natale, ad esempio, basta della buona frutta o un’insalata a far sentire meglio il nostro stomaco.
  • Se ti occupi della scelta del cibo approfitta di quest’occasione per prediligere degli alimenti più sani, buoni come quelli molto calorici ma più leggeri.
  • Se hai voglia di mangiare un dolce non rinunciare a farlo, altrimenti sarà più facile cadere in altre tentazioni e finire per mangiare troppo, l’importante è sempre non abusarne.
  • È importante mangiare lentamente perchè il nostro organismo impiega quasi 20 minuti per sentirsi appagato; mangiare velocemente ci farà ingerire più del necessario e ci finiremo per sentirci pesanti e gonfi.
  • Attenzione alle bevande, ma non soltanto quelle alcoliche; l’abuso di bevande gassate possiamo notarlo anche dopo alcune settimane, in questi casi niente è meglio dell’acqua.