Acqua di cocco: le proprietà e 7 benefici per chi la beve

L’acqua di cocco, il latte di cocco e l’olio di cocco sono prodotti che spesso associamo ad un clima tropicale dove si trovano le palme. L’acqua di cocco è ricca di sostanze nutritive che apportano molti benefici per la salute: è composta dal 95% di acqua e si estrae dalle noci di cocco più verdi e fresche.

Di solito anche la polpa morbida sulle pareti interne del cocco si raccoglie con un cucchiaio, per gustare il suo buonissimo sapore così fresco e intenso. Il latte di cocco è abbastanza utilizzato nella cucina asiatica come addensante per molti piatti.

Proprietà dell’acqua di cocco

Uno dei grandi benefici di bere acqua di cocco è la grande quantità di potassio che possiamo assumere, che è un minerale che contribuisce a regolare la pressione sanguigna e quindi aiuta a prevenire malattie che possono riguardare il cuore. Ricorda però che la prima cosa da fare se soffri di questi problemi è rivolgerti ad un medico professionista.

Per il suo contenuto di elettroliti, l’acqua di cocco aiuta a reintegrare i sali minerali che si perdono quando si svolge attività fisica, equilibrano il livello di queste importanti sostanze nel sangue. L’elevata quantità di vitamina C contenuta nell’acqua di cocco aiuta a migliorare il sistema immunitario.

7 benefici di bere acqua di cocco

 

Energia per il cervello e i muscoli

L’acqua di cocco contiene una grande quantità di potassio, una tazza di questa bevanda tropicale ha più potassio di una banana. Il potassio regola il battito cardiaco e la funzione muscolare. Gli elettroliti facilitano il funzionamento del sistema nervoso e delle trasmissioni nervose nel corpo, migliorando anche le nostre funzioni cognitive.

Prevenire la disidratazione

L’acqua di cocco è ideale per reidratare l’organismo, è rinfrescante, anche ecologica ed una buona alternativa all’acqua imbottigliata, soprattutto nei posti dove è meglio non bere l’acqua di rubinetto. L’acqua di cocco è una fonte di cinque importanti sali minerali: potassio, calcio, magnesio, fosforo e sodio. Può essere una bevanda particolarmente consigliata dopo un esercizio fisico intenso: se abbiamo sudato molto durante l’attività, aggiungiamo a questa salutare acqua un pizzico di sale dell’Himalaya per esaltarne ancora di più le proprietà.

Prevenire l’invecchiamento

Qualcuno l’ha soprannominata “fonte della giovinezza” perchè contiene un gruppo di fitormoni vegetali chiamati citochinine, che sono coinvolti nella crescita, nello sviluppo e nell’invecchiamento delle piante. Queste citochinine hanno un effetto antivecchiamento sulle cellule umane, impedendo di subire alterazioni degenerative. Secondo Bruce Fife, autore di diversi libri di salute e benessere tramite l’acqua di cocco e l’olio di cocco, questo processo di regolazione delle cellule può aiutare a prevenire il cancro perchè non si verificano problematicità nello sviluppo delle stesse.

Bevanda a basso contenuto calorico con tanti nutrienti

Se l’acqua di cocco bevuta è presa direttamente dalla noce, ha un valore calorico molto basso di circa 46kcal per bicchiere. Anche la quantità di zuccheri è molto più bassa di altri succhi di frutta, circa un quinto, ma nonostante questo è naturale e gradevolmente dolce. In commercio sono vendute alcune bevande a base di acqua di cocco che contengono zuccheri aggiunti, perciò controlla sempre l’etichetta. L’acqua di cocco è una buona alternativa alle bevande commerciali ad alto contenuto di calorie.

Oltre alle sostanze nutritive come vitamine e sali minerali già citati, l’acqua di cocco contiene molte vitamine del gruppo B, amminoacidi, enzimi, oligoelementi, zinco, selenio, iodio e zolfo. Si tratta di un antiossidante e combatte i radicali liberi che causano molte malattie.

Migliorare la circolazione del sangue

L’acqua di cocco rafforza il cuore, riduce i livelli di colesterolo cattivo e impedisce la formazione di coaguli di sangue. Questo riduce il rischio di infarti ed ictus. Migliorando la circolazione sanguigna, l’acqua di cocco può aiutare anche in alcune complicanze collegate, come l’intorpidimento dei piedi e la perdita della vista. Cosa molto importante da non sottovalutare, nella sua composizione chimica l’acqua di cocco è simile a quella del plasma sanguigno.

L’acqua di cocco è un diuretico naturale che può aiutare anche con i calcoli renali. Esistono casi di pazienti curati con l’acqua di cocco due-tre volte alla settimana, i cui calcoli renali si sono ridotti di dimensioni e in alcuni casi non è stato necessario procedere ad intervento chirurgico.

Alcalinizzare l’organismo e rafforzare il sistema immunitario

Se volessi alcalinizzare maggiormente il tuo organismo, l’acqua di cocco può essere la bevanda perfetta per abbassare il pH dei liquidi corporei, per cercare di essere meno soggetto alle malattie in un mondo sempre più acido.

L’acqua di cocco stimola il sistema immunitario e aiuta a combattere le infezioni grazie al suo contenuto di acido laurico, un acido grasso saturo con proprietà antivirali e antibatteriche. L’acido laurico sembra essere efficace nel trattamento di infezioni fungine come la candida albicans, l’herpes e l’epatite C.

Migliorare la digestione

Tra le tante proprietà e benefici che può avere sul nostro organismo il bere acqua di cocco c’è anche un miglioramento della digestione, questa bevanda è un ottimo tonico digestivo. È stata usata anche per il trattamento di vari disturbi tropicali come la dissenteria, stipsi e parassiti intestinali. Aiuta l’assorbimento del cibo e migliora la digestione attraverso i suoi enzimi bioattivi, ma se bevuta in grandi quantità può avere effetti lassativi.

Quanta acqua di cocco bere?

La proporzione con il consumo di fibre raccomandato è abbastanza alta nell’acqua di cocco e sappiamo che le fibre sono necessarie per la pulizia del nostro apparato digerente. Le fibre contenute nell’acqua di cocco mantengono al giusto livello il glucosio, che ci fa anche venire voglia di mangiare, per questo è indicata per chi ha bisogno di perdere peso.

Non contiene colesterolo né grassi, ha un basso contenuto calorico, per questo è da preferire a tutte le altre bevande e le bibite presenti sul mercato che beviamo abitualmente. Fornisce la giusta idratazione e tantissime sostanze nutritive in modo naturale, senza additivi artificiali. Non c’è una quantità specifica raccomandata da bere ogni giorno, questa può variare in base al peso e all’attività delle persone. L’importante è sempre non esagerare, un paio di bicchieri nell’arco di una giornata possono essere una quantità media indicata per la maggior parte di noi.